<<<Homepage

Crisi? No grazie!


Uno sguardo su un gigante economico destinato a diventare ancora più grande.
Il Brasile è uno dei paesi che ha meno risentito della crisi mondiale. Anzi, si potrebbe dire che la crisi ha rilanciato le quotazioni del Brasile, che si è liberato dalla condizione di paese povero e che sta diventando una vera potenza mondiale. Ricco di materie prime, si appresta a diventare un paese esportatore di petrolio, grazie agli enormi giacimenti marini scoperti recentemente e al fatto che già oggi il Brasile è praticamente autosufficiente dal punto di vista energetico (il 46% del fabbisogno del paese è coperto da energie alternative).
Sono 25 anni che il Brasile conosce la democrazia. La dittatura militare è finita nel 1985 e finisce quest’anno anche il mandato del presidente in carica Lula da Silva. Nuove elezioni si terranno ad ottobre, cambierà probabilmente il corso politico, ma non lo slancio economico avviato e di conseguenza anche il cambiamento sociale in atto.
Chissà che il caso del Brasile non possa costituire per più di un motivo anche un modello, se non proprio da seguire, perlomeno per trarre qualche ispirazione.
La puntata contiene interviste - realizzate in Brasile da Giuseppe Bizzarri e Ludmila Ferolla in esclusiva per microMACRO - a Darc Costa, presidente della Federazione delle Camere di commercio e industria dell'America del Sud ed ex vicepresidente della Banca nazionale di sviluppo economico e sociale (BNDES); Sergio Ferolla, generale e ingegnere dell'Areonautica militare brasiliana, ex ministro del Tribunale superiore militare ed ex capo dello stato maggiore dell'Aeronautica militare; Fernando Gabeira, deputato del Partito Verde, giornalista e membro della resistenza contro la dittatura militare in Brasile; Roberto Giannetti, direttore del Dipartimento delle relazioni estere della Federazione delle industrie di Sao Paulo (FIESP); Francisco Oliveira, sociologo, docente all'Università di Sao Paulo e fondatore del Partito do trabalhadores (PT); Fernando Siqueira, presidente dell'Associazione degli ingegneri della Petrobras-AePet.

<<< indice di "Homepage"