domenica, 07 aprile 2013 ore 22:00 (UTC+1)

Cult TV 82

Mario Bernasconi, Francesca Biasetton e Ryan Schude

Leggi

(c) Ryan Schude

Nella puntata numero 82 di Cult Tv, vi accompagneremo alla scoperta dell’artista ticinese Mario Bernasconi e delle sue sculture insieme alla figlia Claudia, conosceremo la performer calligrafica Francesca Biasetton che ci parlerà delle sue creazioni “in lettere” ed infine voleremo a Los Angeles per seguire il fotografo Ryan Schude durante i suoi scatti.

A casa di Mario
Mario Bernasconi, nato a Pazzallo nel 1899 e morto a Viganello nel 1963, è autore di importanti sculture che ornano la città di Lugano: dall’Acquaiola e Risveglio sul lungolago alla Madonna con bambino sul sagrato della Cattedrale. Immagini simbolo di un artista forse troppo presto dimenticato. Claudia Bernasconi è la figlia di Mario, da molto tempo ha lasciato il Ticino per gli Stati Uniti, ma ogni anno torna per celebrare la memoria del padre e quella della madre Irma Pannes, interessante pittrice di stampo tardoimpressionista.
A Cult tv Claudia racconta la storia di questo scultore “figlio del Ticino” ma dal respiro internazionale proprio partendo dal paese di Pazzallo, dove Mario è nato, e dove nel 1981 è stato inaugurato il Museo che ospita le sue creazioni.

Scripta manent

Artista e performer calligrafica. Francesca Biasetton ha iniziato la sua attività di illustratrice nel settore della moda collaborando con periodici specializzati e realizzando immagini per cataloghi e pagine pubblicitarie. Ispirandosi alla calligrafia islamica araba e persiana, la Biasetton fonde gli alfabeti ed inventa nuove lettere in un incontro che è visivo, ma che simboleggia l'incontro ed il "dialogo di civiltà". Tra le sue creazioni: logotipi per campagne pubblicitarie, libri, quadri, lettering per film, come i titoli di testa per il film La leggenda del pianista sull’oceano di Giuseppe Tornatore. Tra le sue recenti collaborazioni ricordiamo quella con Brody Neuenschwander nell’allestimento The Children of Uranium di Peter Greenaway, nonché autrice dello slogan calligrafico dei XX Giochi Olimpici Invernali.

Americana
Ryan Schude è un fantasioso fotografo di Los Angeles affermato a livello internazionale.
Le sue fotografie spettacolari e dal sapore retrò incarnano spesso e volentieri la magia del sogno americano e hanno come scopo principale quello di intrattenere, proprio come un libro o un film. Non è un caso infatti che Ryan abbia scelto di vivere proprio nella capitale del cinema. Per conoscere meglio questo talentuoso personaggio l’abbiamo seguito durante uno dei suoi scatti.



Guarda

Edizione integrale

Cult TV, 07.04.2013 -

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo